Chi sono i ministranti?  
 
 
     
 
 
 
 
 
 
 
Autore: Matteo Salvatti
 
 
Tratto da: Autore del 30/07/2008
 

Una volta si chiamavano chierichetti, oggi si chiamano ministranti.

Sono quei bambini o ragazzi che, come si sostiene in gergo: “servono messa”.

È un servizio d’amore, un atto di generosa dedizione alla Chiesa che prende sul serio le parole di Gesù “Chi vuol essere il primo si faccia servo di tutti”.

Portano il calice all’altare con le ampolline, lavano le mani al sacerdote, in mancanza del diacono se la cerimonia lo richiede incensano, suonano il campanello, cantano, pregano sinceramente, ed espletano numerose altre azioni.

Il loro compito è importantissimo e anche il Concilio ha parlato di loro:

“Anche i ministranti... svolgono un vero ministero liturgico. Essi  perciò esercitino il proprio ufficio con quella sincera pietà e con quel buon ordine che conviene ad un così grande ministero e che il popolo di Dio esige giustamente da essi...” (Costituzione liturgica Sacrosanctum Concilium, n.29)